Arosio

Arosio è un comune di 4.892 abitanti della provincia di Como in Lombardia. Il territorio, in minima parte pianeggiante, degrada in direzione Sud-Est verso la vallata del Lambro, infatti fa parte del Parco regionale della Valle del Lambro, terra ricca di verde, di boschi, di acque ed è anche un paese fiorente di industrie di prestigio internazionale. Il Comune di Arosio confina a Nord con il Comune di Inverigo, ad Est con il Comune di Inverigo ed il Comune di Giussano, a Sud e ad Ovest con il Comune di Carugo.

Il comune sorge sull'incrocio di importanti assi infrastrutturali, oltre alla "Nuova Vallassina" sp.36, che lo collega direttamente con Milano, Lecco e la Valtellina, sono presenti sul territorio la sp. 32 detta "Novedratese", importante asse di collegamento tra la "Milano – Meda" e la "Nuova Vallassina" e via diretta per raggiungere la A9 "Milano – Como" e infine le Ferrovie Nord che attraversando il centro del paese e lo collegano direttamente a Milano. Arosio sorge in una zona considerata una delle porte della Brianza.

C'era una volta Arosio...

Il territorio comunale, che faceva parte una volta del Contado della Martesana ed era compreso nella Pieve di Mariano, quando gran parte della Lombardia venne suddivisa e data in proprietà a chiese e monasteri fu assegnato al Monastero Maggiore di Milano. Quest'ultimo era di origine antichissima, se si presta fede alla tradizione che vuole che in esso, nel 387, i pagani avessero imprigionato i santi Protasio e Gervaso, e di grande importanza per una serie di privilegi alcuni dei quali risalenti addirittura all'epoca della Regina Teodolinda. L'antico paese si sviluppò dunque come corte di questo monastero, la cui badessa, dopo la pace di Costanza del 1183 fra Lega Lombarda e Federico Barbarossa, si era vista riconoscere il diritto di emanare leggi, amministrare beni, ordinare punizioni per ladri e adulteri, dirimere liti, proibire o permettere la vendita degli alberi e dei frutti della terra al di fuori della giurisdizione, di imporre il pagamento delle tasse al Comune di Milano e di delegare il comando a messi e consoli.

Fino all'età delle Signorie, Arosio seguì le sorti del contado della Martesana e della pieve di Mariano, che con i Visconti veniva data in feudo a Lucia Marliano (Marliani), amante del duca Galeazzo Maria e che sarebbe poi diventata la contessa di Melzo. Passato fra i beni della famiglia Marliani, da questi Arosio veniva ceduta nel 1683 alla potente famiglia milanese dei Crivelli, che già nel 1643 avevano cominciato ad acquistare terreni in Brianza e nella Valsassina. All'epoca della dominazione austriaca, nel 1785, Arosio entrò a far parte dell'VIII distretto di Mariano con Galliano e poi, con i francesi e con la Repubblica Cisalpina, del Dipartimento del Lario, con capitale Como, una delle due parti in cui era stata suddivisa la Brianza (l'altra era compresa nel Dipartimento della Montagna, con capitale Lecco). In seguito alla definitiva liberazione della Lombardia (1859), Arosio passò a far parte del distretto di Cantù, nella Provincia di Como.